30 maggio 2021

Assistere impotenti all'aumento delle persone con stati d'ansia e di sovraffaticamento fisico e psicologico.

Siamo ogni giorno presi dall'assillo dell'apparire, di avere la casa perfetta, in una società  di competizione perpetua nel lavoro che vogliamo sempre fatto meglio degli altri.
Il sovraffaticamento e stress nasce da un agente esterno che noi percepiamo come eccessivo a cui non diamo risposta. Lo stress genera anche ansia che è una risposta a situazioni di pericolo che noi riteniamo tale e dalla quale razionalmente non riusciamo ad uscirne. L'ansia e in relazione con lo stress (quando questo si presenta in forma prolungata e eccessiva) che la principale causa di d'ansia che ci porteranno dallo psicologo.

L'ansia si insinua in noi con risultati di carattere fisico, comportamentale, emozionale e cognitivo. A livello fisico si manifesta frequentemente con mal di testa, tensione muscolare, tachicardia, sudorazione e stanchezza. I sintomi comportamentali sono principalmente oltre al bruxismo (abitudine di serrare e digrignare i denti in uno spasmo involontario), alimentazione compulsiva, difficoltà  a portare a termine il lavoro intrapreso nonché aggressività . Sintomi emozionali quale la facilità  al pianto, il nervosismo e predisposizione ad agitarsi. Infine i sintomi che si riferiscono alla sfera cognitiva e del ragionamento con problemi di distrazione e perdita del senso comico delle cose.
La sintomatologia dell'ansia nei bambini e negli anziani si manifestano soprattutto a livello fisico quindi somatizzazioni come mal di pancia.

Negli adolescenti prevalgono i sintomi comportamentali come la concentrazione, difficoltà  nello studio e nella memorizzazione. L'adulto purtroppo concentra tutte queste sintomatologie, che lo portano a ricorrere ai farmaci alla ricerca di una soluzione dei propri problemi. Per lo stress di solito è facile identificare la causa scatenante che è una situazione esterna: un'attività  o un compito che si crede di non poter gestire. L'ansia invece ha un'origine pi๠diffusa e principalmente si avverte una sensazione di pericolo o minaccia che spesso non si riesce a ricollegare a qualcosa di preciso". "Diversamente dall'ansia, che è appunto più astratta e aspecifica, lo stress si manifesta quando si verificano fatti o situazioni che riguardano l'ambiente in cui si vive: per esempio, un problema lavorativo, un licenziamento, piuttosto che un evento importante come la nascita di un figlio, il matrimonio, quindi anche avvenimenti positivi." (1) "Gli stati d'ansia dipendono strettamente dalla persona e, di conseguenza, sono molto soggettivi e possono cambiare anche all'interno dello stesso soggetto sia nel tempo sia in base al momento che sta vivendo."(2) "Tra i molti disturbi causati dall'ansia, il più diffuso è l'attacco di panico: un picco estremo di ansia che dura tra i due e gli otto minuti durante i quali non si riesce più a gestire la situazione che si sta vivendo, si pensa di morire o di impazzire a causa degli innumerevoli sintomi fisici; questo provoca spesso il timore di riprovarne altri e l'evitamento delle situazioni in cui si è scatenato."(3)

Origine Testi (1)(2)(3) https://www.humanitas-care.it/ - dottoressa Federica Lollo, psicologa e psicoterapeuta

 

Centro Diurno di Accoglienza Monte Sant'Angelo (Foggia)