Le pubblicazioni consultabili presso di noi

Pubblicazioni specialistiche in nostro possesso e consultabili


Stuart Montgomery (Professore Emerito di Psichiatria Imperial College School of Medicine University of London)

 

Letizia Carrubba (Centro di Ricerca delle Tecnologie dell'Istruzione (C.R.T.I.), UniversitÓ Cattolica di Milano)

 

Prefazione
La fobia sociale Ŕ uno dei disturbi ansiosi pi¨ frequenti. Caratterizzata da un'ansia invalidante che si manifesta nelle situazioni di relazione con gli altri, ha profonde ripercussioni negative sulla capacitÓ del soggetto di svolgere una normale esistenza. Ha un esordio precoce e spesso porta allo sviluppo di disturbi secondari.

Si tratta di un disturbo pericoloso che induce un aumento del rischio di suicidio, dello sviluppo di depressione e di abuso di alcol e sostanze.
La fobia sociale, per quanto riguarda l'associata disabilitÓ, si pone allo stesso livello della depressione e rappresenta uno dei principali problemi sanitari che dovremo affrontare nel prossimo millennio.
La corretta identificazione e l'appropriato trattamento della fobia sociale sono stati indagati a fondo solo in tempi recenti.
Sono stati portati avanti studi su larga scala per valutare la prevalenza e le modalitÓ di decorso del disturbe'' e per identificarne le caratteristiche diagnostiche importanti. Dagli studi sul trattamento, che hanno impiegato nuovi

criteri diagnostici standardizzati, sono ora scaturite notevoli evidenze sull'efficacia delle terapie per questo disturbo.
Tali studi hanno dimostrato che la fobia sociale pu˛ essere trattata con facilitÓ se si impiegano farmaci come gli inibýtori selettivi del reuptake serotoninergico (SSRI), la psicoterapia o un approccio integrato che li utilizzi entrambi.
Questo libro raccoglie le pi¨ recenti acquisizioni sulla fobia sociale, la necessitÓ di trattare tale disturbo e i concetti relativi all'importanza di appropriati criteri diagnostici e all'impatto che essi hanno sulla scelta delle corrette terapie.
Stuart Montgomery Londra, 1999

 

Prefazione all'edizione italiana

La fobia sociale rappresenta oggi un campo di notevole impegno per il medico intenzionato ad approfondire le proprie conoscenze cliniche e ad affinare i propri strumenti d'intervento sul piano terapeutico.
Il volumetto di Montgomery, nell'agile traduzione di Peccarisi, riporta in modo sintetico, ma preciso, tutti gli elementi critici importanti per un corretto approccio al problema che la fobia sociale rappresenta per il clinico.
L'Autore fornisce suggerimenti per un percorso ideale al riconoscimento del paziente fobico sociale, indicando come avvicinarsi a lui e come mantenere un contatto che, inizialmente soggetto alle mille insidie di cui Ŕ costellata la vita del fobico (anche nella relazione terapeutica), pu˛ successivamente diventare invece saldo e fonte di grosse soddisfazioni professionali.
Montgomery propone la traccia, ben documentata e ricca di elementi utili per l'operativitÓ quotidiana, di un ideale percorso d'impostazione terapeutica che sia efficace e ben tollerata, massimaliz-zando quindi l'adesione continuativa del paziente.
La panoramica esaustiva dei reports e degli studi clinici controllati, di cui il volume Ŕ infarcito, fa emergere un quadro di rassicuranti prospettive terapeutiche, a patto che la diagnosi di fobia sociale sia tempestiva. Parimenti vengono, d'altronde, denunciate anche le gravi conseguenze che il disturbo, lasciato alla sua storia naturale, pu˛ generare sulla qualitÓ della vita di questi pazienti e dei loro familiari.
Infine, l'Autore offre altresý una rassegna delle attuali conoscenze sul piano patogenetico che, per quanto chiaramente ancora incomplete, possono comunque slimolare un ulteriore approfondimento anche da parte del clýnýco non specificamente dedito alla ricerca in quest'ambito della psicopatologia. Laura Bellodi Milano, 1999