Il teatro come terapia

a cura di Donata dei Nobili

Gli ospiti della Comunità “Gheel” e del Centro Diurno per la salute mentale dell’Associazione di Assistenza ed Accoglienza “Genoveffa De Troia”, in collaborazione con l’Associazione “Crescere”, Scuola di Counseling di Foggia, il prossimo 24 luglio, nell’ambito della manifestazione nazionale di Legambiente per il Sud, festambientesud, presenteranno la fiaba: “Lodoletta ed il Principe”.
Protagonista principale della fiaba è Lodoletta, una contadina felice di essere al mondo, che ama l’universo intero: il suo è un sentimento autentico, senza riserve di sorta.
A contenderla, per possederla, sono il Principe ed il Sultano. Il secondo, con mezzi poco legittimi, adopera forza e prepotenza, culminanti nel rapimento, fatto eseguire dai Bruti.
A favorire il fluire degli avvenimenti, fino allo scioglimento della narrazione, è, però, un Folletto, che media tra il Coro ed il Principe per mostrargli che non può esistere un amore esclusivo per una sola persona, odiando il resto del mondo.
A questo punto, fin troppo esplicita potrebbe sembrare la metafora della fiaba, ma i personaggi hanno voluto mettere in risalto l’impegno che tutti devono offrire in prima persona per costruire comunità solidali, senza odio e violenza.
Tra contesti abbrutiti dall’abbandono, dall’esclusione, dalla efferata violenza contro giovani donne - sembrano voler dire gli attori - e l’accettazione e la condivisione del dolore degli altri c’è un grande abisso.
Da questa consapevolezza, si può e si deve ripartire.
Interpreti dello spettacolo, accanto al maestro di teatro, Michele Campanile, sono gli ospiti ed i volontari del “Gruppo- Teatro Genoveffa De Troia”, non attori abituali.
Per la seconda volta, hanno portato sulla scena il frutto del loro costante impegno nello studio di abilità teatrali differenti con il raggiungimento di livelli tecnici ed artistici di qualità.
Il gruppo si è ritrovato, ad ogni incontro, per condividere il piacere di stare insieme e creare qualcosa che lo rappresentasse e mostrasse l’ amicizia dei partecipanti.
Non a caso, l’elaborazione del testo teatrale è nata dal suggerimento di un’ospite.
“Lodoletta ed il Principe” ha la struttura classica di una fiaba con un attrice protagonista: Carmela Granatiero e personaggi aiutanti ed antagonisti: Michele Sacco, Lucia Simone, Antonio Gabriele, Domenico Palumbo, Michele Notarangelo, Carmen Notarangelo, Angela Ciuffreda, Matteo Mangano, Tonino Pistacchi, Cinzia Castriotta, Matteo Armillotta, Daniele Mario, Giuseppe Tomaiuolo, Sabina Negri, Antonio Anzano, Laura Guerra, Cecilia Murgo, Maria Altomare Spadavecchia, Matteo Laroni, Francesca Nenna, Mario Petito, Angela Ciuffreda, Francesca De Roberis, Leonardo Lopez, Domenico Notarangelo, Piero Ricucci, Salvatore Totaro, Angela Guerra, Giulia Arena, Michele Campanile.
Non mancano momenti di forte coinvolgimento del pubblico, secondo uno scorrere dei fatti divertente e piacevole.
L’esperienza che vivrà il “Gruppo-Teatro Genoveffa de Troia”, non sarà fine a se stessa.
Gli attori hanno memorizzato delle parti da portare con sé nella vita, come se fossero pezzi della propria storia.
Esperienze, punti di forza a cui aggrapparsi, utili al bisogno, quando correranno il rischio di essere nuovamente esclusi ed abbandonati, quando si vedranno attaccare addosso una diagnosi etichetta o quando si vedranno proporre massicce dosi di psicofarmaci di nuova generazione.
Si spera non accada, almeno fino a quando le emozioni non saranno diagnosticate come malattia.