Matteo Notarangelo UNA RAGIONE DELLA MIA CANDIDATURA

Anch'io sono il prossimo anziano fragile e mi ribello a ogni forma di contenzione.
Il gigantismo delle residenze assistite per anziani riproduce la violenza del manicomio.
La violenza fisica, meccanica e farmacologica nelle strutture per anziani è una prassi di annullamento disumanizzante dell'anziano, per tutti coloro che non possono beneficiare delle cure naturali, familiari, domestiche.

Abolire le mostruose contenzioni nelle RSA è un atto di civiltà.

Solitudine, vecchiaia, abbandono, malattia e fragilità sono i capi di accusa posti a base della condanna, esclusione, reclusione a vita senza appello degli anziani fragili.
Con me in consiglio comunale, nessuno sarà solo.

Un appunto dell'amico Andrea Rinaldi:   La sostenibile leggerezza dell'essere , l'uomo che non si nasconde ai problemi reali della vita ma li combatte con caparbietà e competenza.   Imbocca al lupo amico mio.

 

Spazio degli approfondimenti: pagina sociale

Nel disturbo passeggero o duraturo, è importante sapere che è possibile curarlo, riprendersi e tornare ad avere una buona qualità di vita

Gli operatori chiedono CSM forti

Buone e cattive pratiche l'ASL di Foggia ha programmato un forte aumento di residenzialità.

Per una guarigione sociale

Il superamento dei manicomi è stato un obiettivo importante sia per aver ridato il rispetto alle persone.

Il nostro modello psicoriabilitativo

Incontro formativo e informativo a cura di Donata dei Nobili dal titolo: "Il nostro modello psicoriabilitativo, una porta aperta sul mondo"

Articoli scelti per voi

La "quarantena" aumenta i disordini mentali  ... Aumento dei disturbi mentali a causa della pandemia, a cura di Matteo Notarangelo

La sanità pubblica è l'argine alla pandemia  ... la Sanità Pubblica ci può aiutare a superare la pandemia, a cura di Matteo Notarangelo

Innovare in periodo di pandemia  Una occasione per modificare il mondo della Salute mentale introducendo elementi di novità.

NO A TUTTE LE GUERRE

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella rivolgentosi agli astanti in occasione delle Celebrazioni per la Giornata delle Forze Armate a Roma il 4 novembre 2018, disse: "VIVA LA PACE".   Che belle parole!.
Non ci può essere Pace se nel nostro cuore albergano collera e odio.
Il mondo ottiene la Pace quando ognuno si adopera a limitare l'ingiustizia e a superare il divario sociale che crea aree di povertà e di disagio. Ci vuol poco per cominciare.     Mi viene in mente la favola del Colibrì.
"Un giorno scoppiò un grande incendio nella foresta e ognuno fuggi per mettersi in salvo.     Un colibrì andava con coraggio verso le fiamme. Gli venne chiesto: Cosa fai? Il colibrì rispose: “Vado al lago, per raccogliere acqua nel becco da buttare, sull’incendio”.   Tutti risero dicendo: " Non crederai di poter spegnere un incendio con quattro gocce d’acqua!?”   Al che, il colibrì concluse dicendo: “Io faccio la mia parte”.

 

ESSERCI

(Autorizzazione Tribunale di Foggia n. 2/98 del 9 aprile 1998)

La Redazione

  • Direttore Responsabile: Donata dei Nobili
  • Direttore Editoriale: Matteo Notarangelo

In Redazione:

  • Maria Francesca Notarangelo (Parma)
  • Pasquale Biscari (Reggio Emilia)
  • Marilisa Notarangelo (Monte Sant'Angelo)
  • Daniele Marasco e Francesco Mango (Foggia)
  • Francesca Notarangelo e Caterina Guerra (Foggia Provincia)
  • Fausta Impagnatiello e Loreta Ricciardi (Gargano)
  • Severino Tognoni (Romania)

Consulenza scientifica:

Daniele Trabucco Associato di diritto Costituzionale italiano e comparato
Dottrina dello Stato

Matteo Impagnatiello Componente del Comitato Scientifico di UniDolomiti

Giuseppe Piemontese Storico

Contatti: cell. 3459219374; tel. 0884-565353
genoveffadetroia.msa@gmail.com
Sito Internet: www.garganosalutementale.it

Indice del sito Gargano Salute Mentale